Tag

Beauty

Browsing

Cosa c’entra la luna coi capelli?
Secoli di esperienza, studiosi della luna e degli astri hanno dimostrato una stretta correlazione tra benessere e fasi lunari.

I nostri avi lo sapevano bene: un tempo, i ritmi dei raccolti e delle semine erano scanditi  dalle fasi lunari: controllare la luna e i suoi movimenti prima di semine, raccolti e potature era inevitabile.


Il movimento che la luna compie tra un novilunio e l’altro è il  mese lunare che determina il cosiddetto calendario lunare. Per secoli  è stato il sistema di misurazione del tempo e dei movimenti delle stagioni, veniva studiato per capire che tipo di relazione intercorresse tra natura umana e luna.

Che ci crediate o no, la luna influenza le maree, i cicli naturali di flora e fauna e perfino il ciclo mestruale
.Non a caso il nostro organismo (e anche i nostri capelli) è costituito dal 70 all’80% da acqua. Per questa e altre innumerevoli ragioni, molte di noi(compresa me)anzichè controllare il calendario classico guardano quello lunare per fissare l’appuntamento dal parrucchiere o dall’estetista.

Luna e Capelli

 

Se avete voglia di seguire i ritmi di nostra signora Luna ecco alcune regole a cui mi attengo da anni per avere capelli forti e sani e far crescere i peli il più tardi possibile!

Lady Moon

 

TAGLIO DI CAPELLI E FASI LUNARI

Volete fare un nuovo taglio di capelli o semplicemente una spuntatina per eliminare le doppie punte? La luna consiglia di farlo nel momento propizio ossia quando si trova nel segno del Leone o della Vergine.

 

Come suggerisce l’immagine dello stesso Leone, se taglierete i capelli quando la luna si trova in questo segno, la vostra chioma ne risulterà rinfoltita e rinvigorita, proprio come quella del re della foresta.


Se invece avete fretta e volete che i capelli crescano più velocemente aspettate che si trovi in Vergine.
Farete invidia a Raperonzolo!

Al contrario di ciò che comunemente si pensa, non importa che la luna sia in fase crescente o calante: ciò che conta è il segno in cui si trova!

QUANDO EVITARE?

 

Se la Luna è in Scorpione o Pesci lasciate perdere.
Tagliarli in questa fase può portare alla comparsa di forfora e compromettere l’esito di un buon taglio: rischiate che i capelli non prendano una buona piega!
Se possibile evitate anche di lavarli quando la luna transita in questi segni e in quello del Capricorno.

 

DEPILAZIONE E CO.

Peli che crescono più lentamente? Fate esattamente l’opposto, evitate Leone e Vergine se non volete infoltimenti e crescite eccezionali indesiderate!

 

FASI LUNARI FAVOREVOLI  PER TAGLIARE I CAPELLI A MARZO 2019

Giorni favorevoli Marzo 2019

 

A questo punto vi starete chiedendo, quando posso tagliare i capelli in questo mese?

Via libera al taglio dal 17 al 20 , in questi giorni il Leone e la Vergine vi assistono.

Per ottenere il massimo quando fate il colore?

Dall’11 al 14

 

Se vi è piaciuto questo argomento e volete approfondire e saperne di più, scrivetemi e fatemelo sapere.

 

Buona Luna a tutte voi 🙂

Che cosa c’è nel mio beauty case quando sono in viaggio? Ci tenevo a fare questo articolo principalmente perché mi rendo conto di quanto spazio in più possano occupare trucchi e belletti e inoltre di quante cose in realtà si siano rivelate davvero indispensabili, cose che normalmente non ci si aspetta ma che di cui non faccio più a meno nemmeno in viaggio.

//01. Fate una lista

Fare l’elenco dei vostri beauty must have vi aiuterà ad organizzare le idee. Cominciate dalle cose che rientrano nella vostra routine quotidiana, delle quali non fareste mai a meno.

//02. Igiene viso

Iniziate dallo spazzolino e dal dentifricio a meno che non vogliate comprarlo sul posto. A seguire un detergente viso delicato. Cosa uso io? Forse non mi crederete ma appena arrivo in un paese nuovo mi compro una scatola di bicarbonato che faccio sciogliere in po’ d’acqua e con una goccia di olio essenziale di lavanda ho creato il mio detergente viso preferito. Il tonico? Compro una bottiglia di aceto di mele biologico, ne metto qualche goccia su un dischetto di cotone bagnato in acqua e voilà.
E come struccante? L’insostituibile olio di cocco, multitasker per eccellenza: strucca, idrata e lenisce, per non menzionare le sue innumerevoli qualità che presto vi elencherò soffermandomi dettagliatamente su cosa potete fare e come potete usare l’olio di cocco.

La mia crema idratante preferita non manca mai ma cambia in base alla stagione e alle esigenze della pelle. E’ rigorosamente biologica e formulata con ingredienti dermocompatibili.
Se non volete usare il bicarbonato, qui trovate la mia beauty routine quotidiana con alcuni dei miei prodotti preferiti.

//03. Igiene corpo

Anche qui uso il bicarbonato come detergente intimo ma porto con me delle mini taglie di tutti i miei crema corpo, bagnoschiuma, shampoo e balsami preferiti.

//04. Make Up

Sono anni ormai che ho optato per trucchi biodermocompatibili che rispettano l’ambiente e la pelle e che siano privi di sostanze dannose che possono ostruire i pori non lasciando respirare la pelle come dovrebbe e devo dire i risultati sono sorprendenti.

Non manca mai un cerchietto, una pinzetta per sopracciglia, elastici trasparenti e alcuni ferrettini.

Tre matite per me universali? Una labbra neutra, una rossa e un kajal nero per gli occhi.

Mascara immancabile insieme a  una terra compatta mat o un blush  vagamente iridescente che dona al viso un’aria sana e radiosa.

Polvere matte compatta al posto del fondotinta e la naked basic Urban Decay perfetta per ogni occasione.

– Oli essenziali (perfetti anche in viaggio)

Tea tree oil,  lavanda e rosmarino li porto sempre con me e ne aggiungo poche gocce ai miei cosmetici preferiti:shampoo, creme e detergenti.

Il Tea Tree aggiunto al bicarbonato, e al  detergente  svolge una potente azione antibatterica, può essere anche applicato localmente su brufoli o punture di insetto.

La lavanda è lenitiva, rilassante, concilia il sonno e mi piace unita al detergente viso o alla crema idratante o qualsiasi altro cosmetico.

 

Il Rosmarino è immancabile per i capelli, nello shampoo o nel balsamo conferisce luminosità e forza alla chioma. Alcune gocce nell’acqua dell’ultimo risciacquo insieme all’aceto di mele fa splendere la chioma!

 

Viaggiare: a chi non piace? Già il solo pensiero allontana dai pensieri e dalla routine quotidiani. Fare le valigie? Ci piace un po’ meno, anzi molte di noi vanno nel panico riducendosi a riempire il proprio bagaglio di tutto fuorché quello che sarebbe realmente utile durante il viaggio. Oggi voglio darvi una mano a ordinare le idee e avere una valigia non troppo piena ma utile e intelligente.

Il problema fondamentale di fare le valigie è quello di mettere insieme capi comodi e carini, adatti anche a uscite serali adatti al clima e alle esigenze che avremo durante la nostra permanenza.

Dal momento che da questa parte del globo siamo alle porte dell’inverno e che il clima è piuttosto instabile con varie escursioni termiche,  vi suggerisco di optare per la soluzione valigia multitasking con vestiti che potrete combinare a strati, un cappotto e due paia di scarpe.

//01. Fate una lista

Ho imparato a mie spese che per evitare perdite di tempo e dimenticanze varie, dovevo fare una lista. Eh si perchè mettere nero su bianco tutte le cose che si hanno in mente proietta il nostro mood già nel luogo del viaggio e ci aiuta a capire quello di cui avremo realmente bisogno dentro la valigia. Un concetto scontato si ma troppo spesso trascurato o dimenticato.

Fate la lista: non ve ne pentirete!

//02. A strati

Se pensate a strati avrete multiple possibilità di adattare i vestiti al climi e abbinarli anche comodamente tra di loro. Se andate in un posto dove ci sono parecchie escursioni termiche durante la giornata, l’essere vestite a strati risolverà non pochi problemi climatici!

Dunque non fate mai mancare un cardigan di cachemire, una tshirt e una canotta morbida.

//03. Gli immancabili

Un cappotto caldo, morbido e non troppo strutturato è l’ideale per questo clima perché sotto potrete appunto essere vestite a più strati senza sentirvi ingombrate da un capospalla troppo rigido e in più non siete obbligate a vestirvi troppo. Un paio di collant in cachemire saranno altrettanto indispensabili, versatili e poco ingombranti in valigia, così come i leggings!

//04. Accessori necessari

Almeno un cappello, possibilmente il vostro preferito che può andar bene sia sotto la pioggia che con il sole e una sciarpa, morbida e grande così da poter essere utilizzata anche a mo di pashmina.

//05. Comprate qualcosa sul posto

Non c’è mai viaggio in cui io non compri un piccolo pezzo basico dettato principalmente dalla necessità e dall’esigenza del momento che poi non mi sia tornato utile in futuro, anzi spesso per caso mi è capitato di comprare cose momentaneamente necessarie rivelatesi una volta tornata a casa veri e propri passe-partout per la vita di tutti i giorni o per i futuri viaggi.