Cosa bere e come scegliere una buona bottiglia da degustare o regalare per cene e pranzi festivi? Qui per voi una selezione del meglio, dalle bollicine ai vini da dessert a cura della nostra splendida sommelier.

Bianco come uno Chardonnay, o  rosso come un Brunello?

Si dice che le donne amino i bianchi profumati e gli uomini quelli più corposi? Sara vero?

La realtà è che bere di qualità e saper scegliere un vino appassiona e unisce chiunque.

Quali che siano i vostri gusti o il vostro menu questa lista non vi deluderà.

Dobbiamo necessariamente optare per il più costoso?

Fortunatamente la bontà del vino non è sempre proporzionale al prezzo; ci spiega la futura sommelier Nicoletta Saldi (FIS), già sommelier dell’olio; che ha selezionato per noi 10 ottimi vini tra bianchi, rossi, bollicine e vini da meditazione e dessert.

Nicoletta Saldi @Brylla

Nicoletta Saldi @Brylla

Una casa vinicola “famosa” rappresenta il più delle volte, una scelta di qualità che ne giustifica il prezzo ma lasciate sempre che i consigli di un esperto vi guidino a orientarvi nello sconfinato e complesso mondo del vino.

Anche essi spesso sono vittime dei capricci di mode e tendenze ma, ancora una volta, vale la regola: un grande classico non tramonta mai!

Abbiamo selezionato il meglio tra intramontabili classici, di tendenza e dulcis in fundo i nostri preferiti.

Siete pronti a inebriare i vostri sensi e stupire con un regalo di-vino?

Prendete nota e… Cin Cin!!!


BIANCHI E BOLLICINE SENZA TEMPO

  • BEYOND THE CLOUDS 2015  ELENA WALCH Alto Adige
    Il nome che porta preannuncia che quando lo berrete sarete subito catapultati tra le nuvole grazie al suo profumo di frutti, un sentore di vaniglia e una punta di legno. Un bianco Top da una delle migliori cantine dell’Alto Adige.
  • Trento Brut Giulio Ferrari riserva
    Orgoglio italiano pluripremiato, non ha nulla da invidiare agli Champagne francesi. 100% Uve Chardonnay Perlage fine ed elegante, bouquet ricco e complesso dalla spiccata mineralità.
  • BELLAVISTA FRANCIACORTA  Pas Operè Extra Brut
    Uve Chardonnay e Pinot nero, totalmente privo di zuccheri rispetto agli altri della stessa azienda. Questo gioiello italiano  di grande carattere onorato da svariati riconoscimenti è una scelta di gran classe. La sua cremosa effervescenza lo rende perfetto per accompagnare crostacei e formaggi tipo brie.

ROSSI INTRAMONTABILI

  • TAURASI Piano di Montevergine riserva 2012 FEUDI SAN GREGORIO
    Aglianico Nobile  intenso ed equilibrato. Frutti rossi, cannella e noce moscata lo rendono perfetto per l’atmosfera invernale, magari davanti a un bel camino acceso con un bel gatto o un cane affianco.
  • IL SIGILLO AGLIANICO DEL VULTURE  2012  CANTINE DEL NOTAIO
    Opulento e vellutato è caratterizzato da una grande struttura. Confetture di frutti rossi fanno da preludio alle note di cioccolato e liquirizia che si svelano pian piano. Ottimo per accompagnare piatti elaborati ma esalta divinamente anche dolci a base di cacao amaro fuso.

CLASSICI DA DESSERT

  • BEN RYE’ 2105 DONNAFUGATA Sicilia
    Un signor passito che profuma di pesca e albicocca e ti avvolge con le note di miele e fichi secchi. Ideale come coronamento di una cena romantica, perfetto per concludere una cena importante magari con un vecchio vinile jazz in sottofondo.
  • MUFFATO DELLA SALA 2013 Castello della Sala Umbria
    Dalle uve Sauvignon Blanc, Grechetto, Sémillon, Traminer und Riesling, raccolte a mano  ciò che si ottiene è un vino equilibrato nella sua pur vasta intensità aromatica: fiori, miele, il fresco degli agrumi e note salmastre. E’ come un crescendo di sensazioni che si esaltano l’una con l’altra.

I NOSTRI PREFERITI

Va da sé che la scelta si orienta sempre verso il proprio gusto personale. Qui una breve lista dei nostri preferiti del momento tra bianchi e rossi.

Bianchi

  • ENOS1 MONTAUTO
    Per me una nuova scoperta. E’ stato amore al primo sorso, non a caso ha ottenuto un importante riconoscimento:medaglia d’oro al Concours Mondial du Sauvignon. Raffinato ed elegante da bere quasi ad occhi chiusi.
  • Chablis Fourchaume premier Cru Louis Jadot
    Da grande fan degli Chablis, non potevo non menzionarlo; primo perché  sa di caprifoglio e lime, poi perché ha un non so che di vintage che lo rende perfetto per accompagnare ogni tipo di cucina. Un bianco straordinario, ricco di sfumature, luminoso come solo i migliori Chablis sanno essere.

Rossi

A questo punto non rimane che perdersi tra i profumi del vino, respirando l’aria di terre lontane facendosi travolgere dal suo potere che inebria i sensi e  fa dimenticare anche solo per un attimo la miseria della vita terrena assimilandoci alle divinità.

Vi auguriamo di trascorrere al meglio le feste natalizie, sperando che questa breve guida al vino possa esservi utile.

Se avete dubbi o domande sul mondo del vino, la nostra sommelier sarà lieta di soddisfare la vostra curiosità.

Author

Write A Comment