Come eliminare le doppie punte senza compromettere la lunghezza dei capelli?
Hair Dusting è la risposta!

Dall’inglese Dusting significa appunto spolverare, quindi in questo caso, spazzare via le doppie punte senza sacrificare la lunghezza spesso faticosamente conquistata dei nostri capelli.
Questo metodo che  sta spopolando negli States tra star del cinema e celebrities è in realtà un vecchio modo conosciuto anche dai parrucchieri ma poco praticato.
Vi ricordate che le nostre nonne eliminavano le punte rovinate con una candela? Il principio è lo stesso ma senza fuoco, solo con la forbice 😀
Può essere effettuato in vari modi; vi svelo come farlo anche da sole a casa 🙂

Noi donne sappiamo bene che i capelli si spezzano e si sfibrano, anche a causa dell’uso eccessivo di piastre, phon, tinte e decolorazioni ed ecco che si formano le odiate doppie punte che spesso non si formano solo alla fine  ma ad esempio sui capelli scalati,  si presentano anche sulle lunghezze del fusto per cui bisognerebbe eliminare un bel pò di centimetri.

Il dusting è un modo di tagliare i capelli per eliminare le doppie punte solo dove serve e far ritrovare ai capelli la morbidezza e la luminosità perduta senza alterarne il taglio e la lunghezza.

Se volete effettuarlo da sole, le regole sono:

3 Modi per fare l’Hair Dusting

  1. Prendete i capelli una ciocca alla volta, lisciatela con le mani e tenetela come in questa foto in modo che possiate tagliare le doppie punte che usciranno fuori. Naturalmente taglierete solo dove serve.

  2. Sempre ciocca a ciocca, arrotolate i capelli, anche in questo caso, tagliate le doppie punte che spuntano fuori.

  3. Split Ender Pro: è un dispositivo dall’aspetto simile a una piastra per capelli con una lama all’interno, che agisce proprio come fa la forbice nelle foto sopra, nel quale vengono inserite le ciocche, si fanno ¾ passate e le punte eliminate finiscono in un piccolo serbatoio che viene svuotato di volta in volta.
    Split Ender Pro

Alcuni parrucchieri già lo utilizzano ma si trova anche online.

Cosa ne pensate? Se avete dubbi, curiosità non esitate a scriverci!

Author

Write A Comment